Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Signore Gesù Cristo Figlio di Dio abbi pietà di me peccatore


Aiutami, guariscimi, abbi compassione di me Signore Gesù Cristo, aiutami; non farmi peccare contro di te, perché mi sono smarrito. Non fare che io segua la mia volontà, non fare che io vada in rovina con i miei peccati. Abbi compassione della tua creatura, non disprezzarmi perché sono debole, non abbandonarmi perché in te mi rifugio, guarisci l’anima mia perché ho peccato contro di te. Davanti a te sono tutti quelli che mi opprimono e io non ho scampo se non presso di te. Signore, salvami per la tua misericordia. Siano svergognati tutti quelli che si levano contro di me, quelli che cercano l’anima mia per distruggerla perché tu, Signore, sei potente in tutto e a te spetta la gloria, a Dio Padre e allo Spirito Santo, nei secoli dei secoli. Amen.

Isaia di Scete tratto da Asceticon (logos 4,75)
DVD Titolo: L'isola Anno: 2006 Regia: Pavel Lounguine



DVD Titolo: L'isola
Anno: 2006
Regia: Pavel Lounguine
Principali interpreti Piotr Mamonov; Viktor Sukhorukov


Prezzo Euro 15,99

Numero dischi: 1
Genere Drammatico
Produzione 20th Century Fox Home Entertainment, 2008
Dati tecnici 112 min.
9 Singola faccia, doppio strato (Formato schermo Widescreen)
PAL Area 2
Lingua audio: italiano, Dolby Digital 5.1 - russo, Dolby Digital 5.1
Lingua sottotitoli italiano - italiano per non udenti
Contenuti: foto; trailers


Descrizione dell'opera

Ostrov (L'isola) è un film del 2006 diretto da Pavel Lunguine. Le riprese si sono svolte nella città di Kem, in Carelia, sulle rive del Mar Bianco. Durante la Seconda guerra mondiale un marinaio russo, minacciato dai tedeschi, uccide il suo compagno per salvarsi la vita. 1976: in un piccolo monastero, su un'isola del Mar Bianco, vive Anatoly, un monaco anziano conosciuto per i suoi poteri di guarigione e profezia. Il suo carattere anticonvenzionale lo allontana dalla comunità dei monaci, ma il popolo ne percepisce un particolare carisma. Un giorno gli si ripresenterà dinanzi un fantasma del passato.

La Russia postcomunista non trova più il tempo per la contemplazione e la meraviglia
Articolo di: Giancarlo Zappoli


Nel corso della seconda guerra mondiale un marinaio russo spara a un proprio superiore perché minacciato dai tedeschi. Da quel momento vivrà sull'isola in cui i monaci gli hanno dato rifugio, divenendo monaco lui stesso. Nel 1976 lo troviamo isolato all'interno della comunità per il suo atteggiamento anticonvenzionale ma ricercato dal popolo che ne percepisce il particolare carisma. Un fantasma del passato gli si ripresenterà dinanzi.

Pavel Longuine fu un disturbatore della quiete cinematografica del regime sovietico quando nel 1990 portò sugli schermi la sua opera prima Taxi blues, un sasso musical-visivo gettato nello stagno di quel cinema conformista. È un disturbatore ancora oggi quando va a cercare il suo protagonista di allora e gli chiede di indossare i dimessi panni del monaco ortodosso che intende espiare le proprie colpe ma non dimentica di indicare agli altri le loro, anche quando essi fanno parte dell'establishment ecclesiastico.

"Questo è semplicemente un film sul fatto che Dio esiste" afferma Longuine. Ma con questo non espone un'affermazione retrò. Compie invece un atto di accusa verso quell'occidentalizzazione della società che lui stesso auspicava come un vero rinnovamento e che invece si è rivelata come un appiattimento e una scomparsa dei valori. Se prima essi sopravvivevano nella clandestinità, oggi sono stati cancellati dal consumismo sfrenato e dall'assoluta indifferenza nei confronti dei puri di cuore.
Tutto deve essere 'consumato' in tempi rapidi. In proposito, ancor più della cornice narrativa in cui la vicenda è inserita, valgono alcune situazioni e, in particolare, una. Quando la madre di un bambino che non può camminare si rivolge al monaco, egli le mostra che l'impossibile è possibile: il bambino cammina. Ottenuto il miracolo, la donna vuole riprendersi il figlio e ripartire per andare a lavorare. Il monaco invece esige che ella offra la disponibilità del proprio tempo per accogliere il dono che le viene elargito.

In questa scena ci sembra stia il nucleo centrale del film di Longuine: la Russia postcomunista non trova più il tempo per la contemplazione e la meraviglia. Ancora una volta il regista ha centrato il bersaglio.


Spedizione Normalmente in 1 Giorno Lavorativo
Non hai un conto PayPal? - Puoi usare la tua carta di credito


Prezzi Riservati Solo in Italia

per acquisti dall'estero (per il calcolo delle spese postali) contattare info@libreriapaoline.com
reserved price only in Italy for the calculation of shipping charges, contact the e-mail info@libreriapaoline.com
precio reservado sólo en Italia, para el cálculo del transporte cargos, póngase en contacto con el e-mail
info@libreriapaoline.com


Torna Indietro - Pagina Indice
Preghiera del cuore


 

Ricerca personalizzata
Home Page
Questo sito è di proprietà della Libreria Edizioni Paoline
di Pisa Tel. 050-562135



Home Page